PENSIERI E PAROLE DELL'11 GIUGNO 2008

Graziano Surace >> Pensieri e Parole dell' 11 Giugno 2008

RICONOSCENZA
Il grande segreto di una parola: riconoscenza. Ma da parte di chi? Da parte del tuo capo, dei tuoi amici, o forse è meglio sperare in una riconoscenza divina? Questo sinceramente non lo so. Tuttavia mi pare che tra gli umani questa parola sia ben poco difusa. Mi spiego meglio: fin quando tu vai bene alle persone, tutto il mondo è una bellissima e suggestiva "apparenza" fatta di rose e fiori, pacche sulle spalle, complimenti. Quando non SERVI più, due calci nel sedere e buona notte ai suonatori. Si, il verbo è prorio quello "servire". La logica utilistarica del mondo e delle cose: "Non serve più quindi si butta". Si buttano le stampanti quando finisce l'inchiostro, si buttano le lavatrici quando si rompe il secchiello, si buttano le persone quando finisce l'interesse. Dire che sono inorridito da questo status quo mi sembra superfluo (e forse si era già intuito dalle righe precedenti). Un mio professore di filosofia soleva spesso ripetere che quando si entra nella logica del servire, dell'utile si finisce per giustificare anche la pedofilia. Del resto, secondo questo discorso terrificante, anche i bambini servono, vero? Permettetemi di non rientrare in questa logica perversa. Ho (o avevo) una dignità che non posso buttare perchè è la cosa a cui tengo di più, almeno fin quando il mio cervello funzionerà decentemente!


Con affetto
Graziano Surace


Graziano Surace © - 2005 - All Rights Reserved