PENSIERI E PAROLE DELL'8 LUGLIO 2008

Graziano Surace >>Pensieri e Parole dell'8 Luglio 2008

OCCASIONI PERSE
Quando si dice di una occasione persa! Ieri, 8 Luglio 2008, migliaia di persone si sono riunite a Roma, in piazza Navona, per manifestare il dissenso ad una politica che vuole rendere schiava e personale la giustizia. Peccato che, dopo gli interessanti interventi di Paolo Flores d'Arcais, Pancho Pardi, Rita Borsellino, Antonio Di Pietro e Marco Travaglio (riportati di seguito), Sabina Guzzanti abbia iniziato uno sproloquio contro il Papa ed il Ministro per le Pari Opportunità, Mara Carfagna, del tutto fuori luogo per la cirostanza. L'obiettivo della manifestazione era quello di rivendicare il nostro diritto di essere cittadini e non dei sudditi, di avere gente onesta alle cariche più alte dello Stato, di pretendere la libertà di stampa, di non essere marchiati a fuoco come bestie, di scegliere i nostri rappresentanti e conoscere le loro nefandezze, di cancellare le leggi ad personam. Invece l'inutile invettiva di Sabrina Guzzanti ha prodotto proprio l'esatto contrario di quegli obiettivi che la manifestazione si era prefissa e cioè ha prodotto la strumentalizzazione di una certa stampa faziosa che altro non aspettava se non questo autogol. Ha proprio sbagliato la tipologia di intervento. E' come quando a scuola uscivi fuori tema nel compito di italiano! A causa di questo infortunio, tutto verrà etichettato (anche le civili persone che hanno preso parte alla manifestazione) come giustizialismo, qualunquismo, demagogia e quant'altro sentiamo da una vita. Io credo che alcuni interventi in queste manifestazioni dovrebbero essere concordati, non per limitare la libertà di chi parla quanto per eliminare la strumentalizzazione che certa stampa tendenziosa fa di alcune parole. L'idea della manifestazione era, tuttavia, giusta. Bisogna essere al fronte e combattere in alcune particolari circostanze. Questa era una una di quelle, una battaglia di civiltà, il prezzo è la democrazia. Quando l'ideale è così importante non bisogna mollare, semplicemente bisogna essere più abili di chi vuole manipolare parole e situazioni, di chi ha l'interesse a nascondere ciò che è opportuno che il popolo sappia.
Riporto di seguito, per completezza, gli interventi di: Marco Travaglio (video), Antonio Di Pietro (video), Paolo Flores D'Arcais (video), Moni Ovadia (video), Andrea Camilleri (video), Sabina Guzzanti (video), Beppe Grillo (testo e video).

Con affetto
Graziano Surace


Graziano Surace © - 2005 - All Rights Reserved