__Pensieri e Parole del 6 Novembre 2013__

Graziano Surace >> Pensieri e Parole del 06 Novembre 2013

Il suffragio universale ed i diagrammi di Eulero

Quando vedi la matematica ovunque può capitare di spiegare ad alcuni ragazzi la democrazia con l'insiemistica.
Se U è l'insieme di tutti gli italiani (insieme universo U), possiamo pensare ad i cittadini con diritto di voto come ad un sottoinsieme di U, diciamo V,

"Gli elementi di V sono persone", persone che si possono identificare univocamente con un codice, il codice fiscale. Potremmo identificare questi elementi anche, in maniera più semplice, con dei numeri (interi). Resterebbero legittime le affermazioni seguente: "gli elementi di V sono numeri (interi)" cioè "l'insieme dei votanti è costituito da numeri" ovvero " il votante è un numero". I più critici tra voi lettori potrebbero obiettare "...è proprio vero! ", ma queste considerazioni, ahimé, esulano dall'insiemistica.
Il sottoinsieme V non è composto da un numero fisso di elementi. Il numero di votanti è, infatti, variabile nel tempo. Ad esempio il numero di elementi di V durante l'unità d'Italia, nel 1861, era più piccolo del numero di elementi di V oggi, 27 febbraio 2013.
I più dinamici tra voi potrebbero pensare a questo sottoinsieme V come ad una sorta di cerchio che si espande al passare del tempo. I più statici tra i lettori, possono immaginare V1861 come un sottoinsieme di V2013. Entrambe le visualizzazioni sono ammesse.

La seconda visualizzazione mi pare, tuttavia, più persuasiva perchè induce alla formulazione di alcune domande, ad esempio: "Perchè V1861 è un sottoinsieme di V2013 ?".
Nel 1861 la partecipazione alla vita politica non era permessa a tutti. Sesso e censo erano i criteri previsti dallo Statuto Albertino che identificavano il numero degli elementi di V. Solo alcuni maschi adulti e facoltosi potevano acquisire diritto al voto. Un criterio iniquo, si potrebbe obiettare, comunque un criterio.
L'insieme dei votanti V "si amplia" nel 1912 quando il governo Giolitti estende il diritto di voto a tutti gli individui di sesso maschile di età superiore a 30 anni.L'opera di Giolitti viene ricordata come il suffragio universale maschile del 1912.
Si capisce, dunque, perchè l'insieme dei votanti V 1861 è un sottoinsieme di V 1912. A titolo di esempio basta pensare che un individuo maschio povero di 35 anni sarebbe membro solo di V1912 ma non di V 1861. Un maschio ricco di 40 anni sarebbe membro invece sia di V1861 che di V1912.
Con l'entrata in vigore della costituzione repubblicana nel 1948 il diritto di voto e di rappresentanza viene esteso a tutti gli individui di età superiore a 18 anni anche di sesso femminile (suffragio universale).
E' immediato rendersi conto che l'insieme dei votanti V 1948 è ulteriormente più ampio del 1912:
V 1861 è un sottoinsieme di V 1912 e a sua volta V1912 è un sottoinsieme di V 1948.

E dal 1948 ad oggi 27 febbraio 2013 cosa è cambiato?
La normativa costituzionale relativa al suffragio universale, in verità, non è cambiata. Tuttavia, potrebbe essere cambiata la popolazione complessiva degli italiani, cioè l'insieme U e di conseguenza anche le dimensioni dell'insieme dei votanti V. Potrebbe essere accaduto che extra comunitari abbiano acquisito nel frattempo il diritto di voto o che la popolazione complessiva dell'Italia sia diminuita ecc...
Un confronto serio andrebbe fatto dati alla mano. E' ragionevole, tuttavia, per i motivi indicati, ipotizzare che V 1948 sia un sottoinsieme di V 2013 che può addiritura coincidere con V 2013. Se i due insiemi coincidessero effettivamente, diremmo, con linguaggio più preciso, che V 1948 è un sottoinsieme improprio di V 2013.
La democrazia, cioè il potere del popolo, consiste effettivamente nella possibilità dei cittadini di partecipare alla vita dello Stato per mezzo del diritto di voto e quello di rappresentanza e si identifica con questi diagrammi.
"Allargare" l'insieme dei votanti V attraverso criteri via via meno discriminatori (... senza distinzione di razza, lingua, orientamento politico o religioso, condizioni economiche e sociali... art. 3 Cost.It.) significa rendere più democratico uno Stato.
Significa che i cittadini Tizio e Caio sono instinguibili per quanto riguarda il diritto al voto ed alla rappresentanza, pur essendo personalità distinte ed uniche.
Significa che Tizio e Caio diventeranno più responsabili esercitando tale diritto.
Significa che Tizio e Caio potranno sbagliare ad eleggere i loro rappresentanti.
Significa che Tizio potrà non condividere le scelte di Caio ma dovrà imparare a rispettarle.

Con affetto
Graziano Surace

COMMENTA L'ARTICOLO

Spuntando il pulsante "Post comment to my Facebook profile" puoi decidere se rendere pubblico o meno il commento sul tuo profilo personale di Facebook.